SITI PARTNERS
GRATIS OK
Gratisok.com

Notepad
Offerte di lavoro Offerte lavoro  
Giochi online Giochi gratis  
Tuttogratis Tutto gratis
Specialissimi
 
Risorse per webmaster Webmasters  
Traduzioni online Traduzioni  
Incontri personali Incontri  
Donne Donne famose  
Giornali, annunci e meteo Rassegna Stampa  
Telefonia Telefonia  
Software gratis Programmi gratis  
Sfondi gratuiti Sfondi gratis  
Suonerie Suonerie gratis  
amore Amore  
 
COMPORTAMENTI DA SEGUIRE

A) Se si riceve spam, non arrabbiarsi (è inutile).
Piuttosto sabotate l'azienda, il partito o quant'altro pubblicizzato, rendere controproducente l'invio di spam serve da deterrente per lo stesso e resta il comportamento più consigliabile.
Non si deve avere tolleranza per il "scusate per il disturbo": se sai di essere di disturbo, perché non eviti?
Inoltre ci sono centinaia di milioni di aziende al mondo: se tutte mandassero messaggi di posta elettronica ce ne troveremmo molte migliaia ogni giorno inviate a noi.
E' ovvio che sia una pratica da punire.
In particolare le aziende che spammano per scelta "di marketing" (queste aziende sono chiamate Mainsleaze spammer).
Non è tollerabile il "basta disinscriversi".
Nè il "alla mailing list ti avrà iscritto un tuo amico" perché anche in Eurolandia è ammesso solo l'opt-in, di conseguenza occorre confermare la richiesta di iscrizione e detta richiesta deve contenere al suo interno un identificativo unico e non predicibile, che va rispedito al gestore della mailing list (che la deve confermare in caso di contestazione).

B) Non si risponde allo spammer, che sa benissimo di essere molesto, e rispondendogli gli si conferma che l'indirizzo di posta elettronica è valido e che ad esso corrisponde una persona che legge i messaggi.
Questo rende probabile che gli indirizzi di quelli che rispondono vengano inseriti in altre liste o, come succede spesso, vengano rivenduti ad altri spammer (gli indirizzi di persone che leggono i messaggi valgono di più, da un punto di vista "commerciale").
Oltretutto spesso i messaggi spammosi non contengono un indirizzo a cui rispondere, ma indirizzi non validi o di qualcun altro che non ha niente a che vedere con l'invio del messaggio in esame ma che viene inserito dallo spammer allo scopo di sviare i sospetti.
Per lo stesso motivo non va MAI seguita alcuna istruzione data nel messaggio, a partire dal "Reply REMOVE".
Occorre diffidare per principio da qualsiasi operazione richiesta, se poi si tratta di messaggi in HTML non si deve assolutamente cliccare su nulla ed è meglio pure evitare di aprire l'indirizzo sul browser.

C) Prudenza nelle ritorsioni dirette stile mailbombing ed affini.
Il fatto è che rischia di danneggiare, più dello stesso spammer, altri sistemi usati da utenti che non c'entrano niente (e che però verrebbero danneggiati comunque).
Oltretutto gli amministratori di questi sistemi possono prendere provvedimenti nei confronti del mailbomber, che passerebbe dalla parte del torto.

D) Non si deve contribuire alla diffusione di catene di Sant'Antonio con contenuto pietoso-commovente.
Diffondere queste chain letter è sbagliato perché si tratta praticamente sempre di hoax (falsi o burle) che girano in Rete per anni.
Quando non è così la diffusione spesso rasenta la crudeltà mentale (famosissimo il caso del ragazzo ammalato che chiese di ricevere cartoline con i familiari che continuarono a riceverle per anni dopo la sua morte, tenendone vivo il dolore).
Se si vogliono aiutare le persone in situazioni dolorose esiste il volontariato, che è difficile e nobile, al contrario di qualche click sul mouse.
Peraltro spesso i destinatari vengono messi in chiaro, cosicché prima o poi finiranno nelle mani di qualcuno che ci spammerà direttamente o venderà quegli indirizzi.
Per non parlare poi delle richieste platealmente provocatorie come quella di entrare nel guinness dei primati per messaggi e-mail ricevuti prima di morire: praticamente sempre queste storielle vengono create per accrescere gli indirizzari da spammare.

E) Se un bambino suona il campanello e scappa, scendere in strada e corrergli dietro fa in modo che si diverta di più.
Ciò che funziona è individuare dove abita, parlarne con un genitore e lasciare che se occupi lui.
In sostanza, è funzionale reclamare a chi è sopra di lui.
Si può reclamare al provider o a chi fornisce l'hosting dei siti.
Per la cronaca, quando viene chiuso il sito di uno spammer si usa dire che sia stato reso 404 "compliant", ironizzando sul fatto che dà errore 404 (pagina non trovata).
Se l'azienda pubblicizzata è europea o vengono utilizzati server europei ci si può anche rivolgere al Garante della Privacy, visto che la normativa di riferimento vale per tutta Eurolandia (la direttiva è unica e dà origine a legislazioni simili) e sarà il Garante italiano quello che invia la documentazione al pariruolo europeo di competenza.
Mettere i filtri permessi dal proprio account di posta elettronica è utile, ma è solo un palliativo.

F) Attenzione a non prendere granchi.
E' importante fare le segnalazioni, perché se non le facesse nessuno non sarebbe possibile prendere provvedimenti.
Chi segnala lo fa a beneficio di tutti.
Inoltre, se lo spammer ha il vostro indirizzo di posta elettronica è controproducente lasciarlo agire indisturbato.
Tuttavia, occorre considerare che possono gli header possono essere manipolati (in primis "from:" e "to:") e possono essere usati relayer (server di un terzo soggetto che non c'entra niente con lo spammer il cui PC viene usato come propagatore di un messaggio SMTP) od altri strumenti per nascondersi, vedi Trucchi usati dagli spammer .
Tuttavia, c'è sempre qualcosa che viene pubblicizzato (sia direttamente che tramite un programma affiliato) segnalare all'azienda il comportamento in esame è spesso efficace.
Questo anche in caso di dialer perché il fornitore ha certo un interesse che i suoi prodotti siano diffusi, ma non ha interesse di avere grane legali.

G) Se il mailreader utilizzato fa visualizzare l'anteprima è bene rimuovere questa modalità.
Questo perché l'anteprima di un messaggio di posta elettronica in HTML contenente del codice invia l'indirizzo di posta elettronica allo spammer, segnalandogli che l'indirizzo in esame è attivo (e quindi appetibile), anche se il messaggio è stato eliminato senza aprirlo.

GRATIS
OK.COM
-> GRATIS <-
Tutto gratis Tuttogratis Informatica  
Barzellette Barzellette  
Voli Voli low cost  
Ricette di cucina Ricette di cucina  
Ascolta musica gratis Musica gratis  
No spam Antispam  
Regali Regali  
Aste online Aste  
Borsa e finanza Borsa-Finanza  
Motori di ricerca Motori di ricerca  
Hentai Hentai  
Sesso Sesso  
Racconti erotici Racconti erotici  
 
© 2000-2002/2009 - Grafica e contenuti appartengono a www.gratisok.com